+ Reply to Thread
Page 1 of 5 1 2 3 ... LastLast
Results 1 to 10 of 50

Thread: Lost: la vera storia?

  1. #1
    Join Date
    Jan 2009
    Location
    Dislodged from time and space
    Posts
    3,123

    Default Lost: la vera storia?

    Tutto quello che segue è una ricostruzione desunta da notizie e interviste autentiche, e mai smentite.

    Abrams e Lindelof avevano originariamente concepito Lost come una miniserie di 12 episodi. Non ci sarebbero dovuti essere né Others, né gemelli immortali. Solo un gruppo di naufraghi su un'isola che (un po' come Solaris) materializzava i loro incubi.

    Quando Lost fu riconfermato per altri 12 episodi, e poi per una 2° stagione, sorpresi L e A chiamarono come rinforzo Cuse, che aveva lavorato con Lindelof in Nash Bridges.
    Mentre Lindelof inventava la Dharma, Cuse decise che i losties avrebbero dovuto affrontare anche un Antagonista più concreto del ''Mostro'', e più figo di Mr. Friendly. Avendo visto Emerson nel ruolo di William Hinks (un diabolico serial killer maestro di inganni e manipolazione) Cuse decise di provare a inserirlo nel cast attraverso un piccolo ruolo di copertura, ''Henry Gale'': se fosse piaciuto al pubblico, sarebbe stato rivelato come leader degli Others, altrimenti sarebbe morto da Redshirt.
    Il pubblico fu entusiasta di Emerson, e così nacque Ben.

    Alla fine della 2° stagione Abrams ricevette una grossa offerta dalla Paramount, e lasciò Lost. Rimasti i soli showrunners, per la 3° stagione L e C decisero di ridisegnare gli Others sul modello del nuovo leader, li tolsero quindi dalla jungla e dagli stracci, li ripulirono, e li piazzarono a Dharmaville, e all'Hydra, un set ispirato proprio al film Saw interpretato da Emerson. Sempre sul modello di Saw, fu introdotto un fantomatico burattinaio senza volto, chiamato Jacob in sarcastico omaggio a J Jacob Abrams, il creatore che aveva abbandonato a se stesse le sue creature.
    Il fulcro della narrazione fra i losties sarebbe dovuto essere la disputa fra Locke ed Eko per la conquista del ruolo di leader spirituale dell'isola. Ma AAA lasciò la parte, Eko dovette così essere ucciso, il piano saltò, e la serie cominciò ad andare alla deriva.
    La ABC convocò L e C, e gli annunciò l'intenzione di cancellare la serie. Dopo una lunga trattativa, L e C ottennero circa altri 48 episodi, da suddividere in due stagioni regolari, o tre brevi, e scelsero le 3 brevi.
    Il finale della terza stagione introduceva così quello che sarebbe dovuto essere il capitolo finale della serie: il difficile e traumatico ritorno dei losties a casa, e la soluzione di qualcuno dei misteri dell'isola strada facendo.

    Il piano per la 4°stagione però saltò in aria per via dello sciopero degli sceneggiatori.
    L e C si resero conto che l'unica possibilità rimastagli era quella di rilanciare, cioè aumentare la posta, e rimandare tutto alla stagione successiva. Così Cuse passò i picchetti, inventò le Regole (un altro omaggio a Saw) e ripescò il personaggio di Widmore dai flashback di Desmond, per farne un nuovo misterioso antagonista sia dei losties, che di Ben, promosso da villain ad antieroe a causa della sua popolarità. Smokey allora restava soltanto un sistema di sicurezza, che poteva essere attivato da un ripostiglio.

    Ormai a corto di trovate originali, L e C decisero di fare della 5° stagione una versione pantografata dell'episodio che aveva riscosso maggiore successo della 4°: The Constant. Tutti i personaggi sull'isola si sarebbero messi a saltare su è giù per il tempo, più o meno come Desmond, mentre quelli a casa finivano rispediti sull'isola dalla misteriosa Eloise, più o meno com'era successo a Desmond in FBYE.
    Il tutto mentre il vero Desmond - H I Cusick - veniva allontanato dal set fino alla conclusione della sua causa per molestie sessuali.
    La svolta sci-fi fu però considerata dal pubblico troppo sci-fi, troppo inverosimile e incasinata, inoltre la sfigata Dharma vista nella S5 risultava molto deludente, e incongruente con quella degli affascinanti vecchi filmati di Orientamento, e i plotholes si moltiplicavano come virus.
    Gli ascolti precipitarono.
    L e C dovettero così ancora una volta invertire la rotta, e uccisero la svolta sci-fi, insieme a Faraday che la incarnava.

    Ormai bruciata la possibilità di spiegare le centinaia di misteri accumulati, compreso il replicante di Locke, attraverso la sci-fi, per la 6° stagione a L e C non restava che il fantasy. Memori delle accuse ricevute, decisero stavolta per una storia semplicissima: il Buono Un Po' Tonto, contro il Cattivo Con Un Po' Di Ragione.
    Pescarono dalla mitologia i due elementi più adatti, Jacob, e Smokey, e li infilarono nei ruoli.
    A tutti gli altri personaggi non restava semplicemente che schierarsi di qua o di là, (o prima di qua, e poi di là) a tutte le domande non restava semplicemente che rispondere è Magia.
    Il premio finale per i losties sarebbe stato stavolta una nuova vita in un piccolo mondo da sit-com, dove tutti sono ben vestiti, e si vogliono tanto bene, compresi Locke e l'uomo che l'aveva strangolato, cioè Ben, redento dalla perdita del potere, e premiato da una figliastra rediviva.

    Le critiche alla svolta fantasy furono ancora più feroci delle precedenti.
    Ma ormai per un'altra inversine di rotta non c'era più tempo...

    Se Lost fosse durato solo 12 episodi sarebbe stato più sensato?...
    Così, è stato più divertente
    Last edited by Dharmilla; 05-21-2010 at 06:21 AM.

    Thanks to fromlatolondon for the perfect sig

  2. #2

    Default

    Complimenti per la ricostruzione.
    Non so perchè leggendo mi sembrava di seguire un telefilm del telefilm.
    Con i vari Ben, Hurley e Jack che si presentavano a Lindelof e Cuse come "Personaggi in cerca d'autore"

  3. #3
    Join Date
    Jun 2009
    Location
    Treviglio!
    Posts
    1,574

    Default

    Interessante ricostruzione...!
    Io però ci rimango sempre male quando leggo che la storia di una serie televisiva cambia a seconda di fattori esterni legati ad attori e autori... Vorrei che ci fosse più autenticità, anche se è impossibile...

  4. #4

    Default

    Bella , brava e bona

    A parte gli scherzi , grazie per il lavoro , ottima ricostruzione ( e guarda un pò che non ci apspettassimo qualcosa di simile ... ).

  5. #5
    Join Date
    Jun 2008
    Location
    Bologna
    Posts
    553

    Default

    Quote Originally Posted by Dharmilla View Post
    Il tutto mentre il vero Desmond - H I Cusick - veniva allontanato dal set fino alla conclusione della sua causa per molestie sessuali.
    Questa proprio non la sapevo...ma l'ha denunciato Hurley per quello che è successo nella terza stagione?

    Apparte tutto bisogna sempre tenere a mente LA LEGGE:"bisogna fare il meglio che si può con quello che si ha a disposizione"


    Penso che sarà difficile "ritrovarsi", almeno per ora


  6. #6
    Join Date
    Oct 2007
    Location
    here, always
    Posts
    11,035

    Default

    Quote Originally Posted by newneo View Post
    Apparte tutto bisogna sempre tenere a mente LA LEGGE:"bisogna fare il meglio che si può con quello che si ha a disposizione"
    come disse Sayd a Jack alla fine della terza serie
    Then we're all in a lot of trouble.
    6,1 - 41,7

    everybody here comes from somewhere
    'Cause life is short but sweet for certain



  7. #7
    Join Date
    Feb 2007
    Posts
    356

    Default

    Quote Originally Posted by Dharmilla View Post
    Tutto quello che segue è una ricostruzione desunta da notizie e interviste autentiche, e mai smentite.

    Abrams e Lindelof avevano originariamente concepito Lost come una miniserie di 12 episodi. Non ci sarebbero dovuti essere né Others, né gemelli immortali. Solo un gruppo di naufraghi su un'isola che (un po' come Solaris) materializzava i loro incubi.

    Quando Lost fu riconfermato per altri 12 episodi, e poi per una 2° stagione, sorpresi L e A chiamarono come rinforzo Cuse, che aveva lavorato con Lindelof in Nash Bridges.
    Mentre Lindelof inventava la Dharma, Cuse decise che i losties avrebbero dovuto affrontare anche un Antagonista più concreto del ''Mostro'', e più figo di Mr. Friendly. Avendo visto Emerson nel ruolo di William Hinks (un diabolico serial killer maestro di inganni e manipolazione) Cuse decise di provare a inserirlo nel cast attraverso un piccolo ruolo di copertura, ''Henry Gale'': se fosse piaciuto al pubblico, sarebbe stato rivelato come leader degli Others, altrimenti sarebbe morto da Redshirt.
    Il pubblico fu entusiasta di Emerson, e così nacque Ben.

    Alla fine della 2° stagione Abrams ricevette una grossa offerta dalla Paramount, e lasciò Lost. Rimasti i soli showrunners, per la 3° stagione L e C decisero di ridisegnare gli Others sul modello del nuovo leader, li tolsero quindi dalla jungla e dagli stracci, li ripulirono, e li piazzarono a Dharmaville, e all'Hydra, un set ispirato proprio al film Saw interpretato da Emerson. Sempre sul modello di Saw, fu introdotto un fantomatico burattinaio senza volto, chiamato Jacob in sarcastico omaggio a J Jacob Abrams, il creatore che aveva abbandonato a se stesse le sue creature.
    Il fulcro della narrazione fra i losties sarebbe dovuto essere la disputa fra Locke ed Eko per la conquista del ruolo di leader spirituale dell'isola. Ma AAA lasciò la parte, Eko dovette così essere ucciso, il piano saltò, e la serie cominciò ad andare alla deriva.
    La ABC convocò L e C, e gli annunciò l'intenzione di cancellare la serie. Dopo una lunga trattativa, L e C ottennero circa altri 48 episodi, da suddividere in due stagioni regolari, o tre brevi, e scelsero le 3 brevi.
    Il finale della terza stagione introduceva così quello che sarebbe dovuto essere il capitolo finale della serie: il difficile e traumatico ritorno dei losties a casa, e la soluzione di qualcuno dei misteri dell'isola strada facendo.

    Il piano per la 4°stagione però saltò in aria per via dello sciopero degli sceneggiatori.
    L e C si resero conto che l'unica possibilità rimastagli era quella di rilanciare, cioè aumentare la posta, e rimandare tutto alla stagione successiva. Così Cuse passò i picchetti, inventò le Regole (un altro omaggio a Saw) e ripescò il personaggio di Widmore dai flashback di Desmond, per farne un nuovo misterioso antagonista sia dei losties, che di Ben, promosso da villain ad antieroe a causa della sua popolarità. Smokey allora restava soltanto un sistema di sicurezza, che poteva essere attivato da un ripostiglio.

    Ormai a corto di trovate originali, L e C decisero di fare della 5° stagione una versione pantografata dell'episodio che aveva riscosso maggiore successo della 4°: The Constant. Tutti i personaggi sull'isola si sarebbero messi a saltare su è giù per il tempo, più o meno come Desmond, mentre quelli a casa finivano rispediti sull'isola dalla misteriosa Eloise, più o meno com'era successo a Desmond in FBYE.
    Il tutto mentre il vero Desmond - H I Cusick - veniva allontanato dal set fino alla conclusione della sua causa per molestie sessuali.
    La svolta sci-fi fu però considerata dal pubblico troppo sci-fi, troppo inverosimile e incasinata, inoltre la sfigata Dharma vista nella S5 risultava molto deludente, e incongruente con quella degli affascinanti vecchi filmati di Orientamento, e i plotholes si moltiplicavano come virus.
    Gli ascolti precipitarono.
    L e C dovettero così ancora una volta invertire la rotta, e uccisero la svolta sci-fi, insieme a Faraday che la incarnava.

    Ormai bruciata la possibilità di spiegare le centinaia di misteri accumulati, compreso il replicante di Locke, attraverso la sci-fi, per la 6° stagione a L e C non restava che il fantasy. Memori delle accuse ricevute, decisero stavolta per una storia semplicissima: il Buono Un Po' Tonto, contro il Cattivo Con Un Po' Di Ragione.
    Pescarono dalla mitologia i due elementi più adatti, Jacob, e Smokey, e li infilarono nei ruoli.
    A tutti gli altri personaggi non restava semplicemente che schierarsi di qua o di là, (o prima di qua, e poi di là) a tutte le domande non restava semplicemente che rispondere è Magia.
    Il premio finale per i losties sarebbe stato stavolta una nuova vita in un piccolo mondo da sit-com, dove tutti sono ben vestiti, e si vogliono tanto bene, compresi Locke e l'uomo che l'aveva strangolato, cioè Ben, redento dalla perdita del potere, e premiato da una figliastra rediviva.

    Le critiche alla svolta fantasy furono ancora più feroci delle precedenti.
    Ma ormai per un'altra inversine di rotta non c'era più tempo...

    Se Lost fosse durato solo 12 episodi sarebbe stato più sensato?...
    Così, è stato più divertente
    Mamma mia!.
    Hai fatto un'analisi spietata di Lost.
    Drammaticamente verosimile ma spietata.

    Purtroppo in quello che scrivi c'è la risposta definitiva alla mia domanda: "LOST, E' IL PIU' BELLO DI TUTTI I TEMPI?"

    NO. Ma è quello che ci è piaciuto di più!!!
    ABBASSO BEAUTILOST & ABBASSO HEROST
    W LA MAGIC TURTLE!!

    TUTTO LOST IN 4 MINUTI!!!
    http://www.youtube.com/watch?v=ZbZ1y...layer_embedded

  8. #8
    Join Date
    Feb 2008
    Location
    Brixen
    Posts
    479

    Default

    Non sono sicuro che le cose siano andate proprio così, ma la cosa è comunque verosimile.
    Però devo dire che se davvero LOST fosse stato rimaneggiato così tante volte, L&C sarebbero davvero dei geni, perché non deve essere facile cambiare le cose in corso d'opera. Loro asseriscono di aver sempre saputo come sarebbe finito LOST. Voglio credergli, ma anche se non lo facessi, mi piacerebbe ugualmente e spero che facciano ancora qualcosa del genere in futuro, perché, francamente, mi sono un po' rotto gli zebedei di serial prevedibili e ripetitivi. Non posso guardare un Grey's anatomy! Ho bisogno di qualcosa che mi stimoli di più.

    Qui il mio primo progetto musicale da solista... accorrete! Ho bisogno di fan e di conforto!
    http://www.facebook.com/pages/4key/2...v=box_3&ref=nf

  9. #9
    Join Date
    Dec 2008
    Location
    Napoli/Berlin
    Posts
    1,339

    Default

    Beh, questa ricostruzione spiega le ragioni delle mie sensazioni critiche su Lost, spiega i continui cambi di rotta e certe incoerenze. Tutto questo perchè il contesto mediatico in cui si inserisce il prodotto artistico impone un processo creativo in progress, togliendo autonomia e autorità all'idea originaria e alla forza del concepimento dell'idea stessa.

    Insomma, ci sono delle "ragioni esterne" che giustificano, ma personalmente non ho nessun interesse a denigrare il valore del progetto-Lost, semplicemente trovo inevitabili delle gravi mancanze che derivano dalla necessità di adeguare il lavoro alle esigenze di produzione, insieme alla scelta (seppur forzata) di assecondare, in corso d'opera, i continui mutamenti di gusto del pubblico, che è vasto e differenziato (dal quello competente a quello da mero intrattenimento).

  10. #10
    Join Date
    Jan 2009
    Location
    Dislodged from time and space
    Posts
    3,123

    Default

    Però devo dire che se davvero LOST fosse stato rimaneggiato così tante volte, L&C sarebbero davvero dei geni, perché non deve essere facile cambiare le cose in corso d'opera.
    Sono sempre stata convinta anch'io che ci voglia più bravura a sapersi adattare ai cambiamenti imprevisti. Vorrei avessero avuto più coraggio, però.

    Thanks to fromlatolondon for the perfect sig

+ Reply to Thread

Tags for this Thread

Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
Bitcoin Donations: 14XbHWbqCVnZ1fUVeFaEXPn1Jezu5ngH5w