+ Reply to Thread
Page 93 of 93 FirstFirst ... 43 83 91 92 93
Results 921 to 930 of 930

Thread: Flash Sideways 2.0

  1. #921
    Join Date
    Jan 2010
    Location
    Under the big foot, from the North to the South
    Posts
    1,737

    Default

    Mah...a pensarci, siamo proprio sicuri che quella del sideways sia la vita che i Losties sognavano? Perché...
    • Kate è sempre una ricercata in fuga, accusata di omicidio;
    • Jack è un bravo chirurgo, ma la sua vita privata fa schifo, è divorziato e il figlio ce l'ha con lui;
    • Hugo è ricco e popolare, ma non ha uno straccio di ragazza;
    • Sayid ha sistemato sua moglie con il fratello, a parte il problemino di Keamy per cui deve ucciderlo e finisce in galera;
    • Sawyer sembrerebbe contento di fare il detective, se non fosse che è torturato dal desiderio di vendetta e malgrado si dia da fare con le donne non riesce a combinare, gli manca sempre qualcosa;
    • Jin e Sun devono nascondere la loro relazione al potente Mr. Paik e per questo finiscono quasi ammazzati;
    • Charlie è fuori di testa perché si droga;
    • Ben è un professorino frustrato e pieno di ambizioni represse, in più gli manca una famiglia;
    • Desmond ha risolto il lato professionale, ma è solo;
    • Locke è paralitico, in più lo licenziano, meno male che ha Helen;
    • Rose ha il cancro;
    • la Rousseau è vedova, senza mezzi economici, Alex è orfana e deve lottare per farsi strada;
    • Daniel dovrebbe essere felice eppure sente di non vivere completamente, gli manca la sua scienza, gli manca Charlotte;
    e così via, la lista è più lunga. Come vita ideale mi sembra un po' scarsa!
    Sembra più un abbozzo di vita verosimile. Come se avessero fatto di tutto per mettere insieme un'esistenza realistica adatta al concetto che avevano di se stessi.
    Forse gli unici a poter essere soddisfatti sono i coniugi Widmore, anzi Eloise più del marito. E si capisce perché zia Molly reagisca così male all'intrusione di Desmond! Lei dev'essere l'unica a non voler cambiare neanche uno spillo.
    Ed è probabilmente quella che, fra tutti, ha il più alto concetto di sè.

    Insomma, i Losties con Jughead hanno un solo desiderio, dimenticare per sempre le esperienze dell'isola, azzerare tutto.
    Solo che non sono sinceri: non possono davvero farlo.
    Qualche attimo prima dell'esplosione, Kate piange come una vite tagliata, pensando che non conoscerà mai Jack e nessuno dei suoi amici; Sawyer prega di sbrigarsi con la bomba, ma ha la morte nel cuore, accetta per fare contenta Juliet ma non è convinto che sia giusto. Però la speranza di tornare a casa, a una vita normale, prevale su tutto in quel momento.
    Jack poi è bravissimo a mentire a se stesso, come al solito. Ricordo un frase che Locke gli dice nella serra dell'Orchidea, prima che lui lasci l'isola:
    LOCKE: Lie to them, Jack. If you do it half as well as you lie to yourself, they'll believe you (Menti loro, Jack. Se ti riesce bene la metà di quanto fai mentendo a te stesso, ti crederanno).
    Mentono talmente tutti a se stessi, che nella realtà post morte non fanno altro che incontrarsi.
    E d'altra parte, questa è anche una prova - se dovesse servire - che la realtà sideways è nata con/dopo/per Jughead.
    Poi, come sia successo, ancora non lo so bene.
    “Potrei essere rinchiuso dentro un guscio di noce e tuttavia sentirmi re dell’infinito spazio”.
    (Shakespeare, l'Amleto)

  2. #922
    Join Date
    May 2010
    Posts
    223

    Default

    Insisto.
    Si tratta di specchi: immagini rovesciate.

    Quote Originally Posted by NamasKey View Post
    [*]Kate è sempre una ricercata in fuga, accusata di omicidio.
    ma mentre nella OR è colpevole, nei FSW è innocente.
    Quote Originally Posted by NamasKey View Post
    [*]Jack è un bravo chirurgo, ma la sua vita privata fa schifo, è divorziato e il figlio ce l'ha con lui.
    Veramente, uno dei topos di jack nella OR è il fatto di non volere figli (è il principale problema dei suoi rapporti con la moglie e per un sacco di tempo non vuole vedere aaron.) Invece qui ha un figlio ("identico a lui", dice Locke, come se fosse un rovesciamento psicodrammatico dei suoi rapporti con il padre), con cui ha dei problemi che però sembra in grado di risolvere.
    Quote Originally Posted by NamasKey View Post
    [*]Hugo è ricco e popolare, ma non ha uno straccio di ragazza.
    Nella OR la sua fortuna portava sfortuna, nei FSW la sua fortuna porta solo fortuna.
    Quote Originally Posted by NamasKey View Post
    [*]Sayid ha sistemato sua moglie con il fratello, a parte il problemino di Keamy per cui deve ucciderlo e finisce in galera.
    Nella OR Said è iracheno, nei FSW iraniano (il passaporto è iraniano e iraq e iran sono due paesi endemicamente nemici, con due lingue, oltretutto, assolutamente diverse: in iraq si parla arabo, in iran persiano). Nella OR tradisce il suo amico (idealmente fratello) d'infanzia per la donna amata, nei FSW cede la sua donna amata a un fratello (idealmente amico).
    Quote Originally Posted by NamasKey View Post
    [*]Sawyer sembrerebbe contento di fare il detective, se non fosse che è torturato dal desiderio di vendetta e malgrado si dia da fare con le donne non riesce a combinare, gli manca sempre qualcosa.
    Nella OR è un truffatore sempre ricercato ed ex galeotto, nei FSW è un poliziotto a caccia di truffatori.
    Quote Originally Posted by NamasKey View Post
    [*]Jin e Sun devono nascondere la loro relazione al potente Mr. Paik e per questo finiscono quasi ammazzati.
    Nella Or sono sposati, nei FSW sono amanti clandestini; nella OR jin non può avere figli, nei FSW jin mette incinta sun.
    Quote Originally Posted by NamasKey View Post
    [*]Charlie è fuori di testa perché si droga.
    Nella OR Charlie ha un fratello che sta cercando di ricoinvolgere nel gruppo (di cui il fratello è il leader) e una famiglia di cui conserva gelosamente l'anello (lasciato a Claire), nei FSW è completamente solo ed è lui il leader del gruppo (va da solo come grande guest al concertone finale).
    Quote Originally Posted by NamasKey View Post
    [*]Ben è un professorino frustrato e pieno di ambizioni represse, in più gli manca una famiglia.
    Ben nella Or è una persona che cerca di sottomettere gli altri ai propri desideri, nei FSW è una persona che sottomette i propri desideri a quelli degli altri.
    Quote Originally Posted by NamasKey View Post
    [*]Desmond ha risolto il lato professionale, ma è solo.
    Nella OR Desmon ha l'amore e non il lavoro, nei FSW ha il lavoro ma non l'amore. Nella OR è rifiutato da Widmore, nei FSW è il suo più fidato collaboratore.
    Quote Originally Posted by NamasKey View Post
    [*]Locke è paralitico, in più lo licenziano, meno male che ha Helen.
    Nella OR Locke è paralizzato per colpa di suo padre. Nei FSW è paralizzato per colpa di se stesso e suo padre è la sua vittima principale.
    Quote Originally Posted by NamasKey View Post
    [*]Rose ha il cancro.
    Rose ha comunque il cancro, in effetti, ma, ad es. nella OR ha paura dell'aereo e jack la incoraggia, mentre nei FSW e lei a incoraggiare Jack (è la prima di due sole scene in cui la vediamo: comunque rose e bernard restano personaggi di sfondo)
    Quote Originally Posted by NamasKey View Post
    [*]la Rousseau è vedova, senza mezzi economici, Alex è orfana e deve lottare per farsi strada.
    Nella OR Rousseau e Alex sono state separate subito, nei FSW vivono insieme, affrontando il mondo insieme, non da sole come nella OR.
    Quote Originally Posted by NamasKey View Post
    [*]Daniel dovrebbe essere felice eppure sente di non vivere completamente, gli manca la sua scienza, gli manca Charlotte.
    Nella OR Daniel, da bambino, abbandona il piano per la matematica, nei FSW ha evidentemente abbandonato la matematica per il piano.

    @daniel
    appena ho un po più di tempo ti rispondo sulla questione antimateria (che è lo specchio della materia)

  3. #923
    Join Date
    Jan 2010
    Location
    Under the big foot, from the North to the South
    Posts
    1,737

    Default

    @Ilana
    E' interessante l'analogia che vedi fra specchio e antimateria. Non so come la puoi sostenere, ma è un'idea nuova.
    Io per ora continuo ad stare con i piedi per terra su quest'argomento: mi sembra uno dei più chiari in Lost e non ho bisogno di spiegazioni ulteriori, quelle che ho mi bastano. Certo sarebbe bello riuscire a giustificare la doppia lettura - afterlife and/or alternative reality, anche perché Lost ce lo permette sempre, sarebbe singolare che proprio nel finale non ci fosse dato.

    Quello che osservi sui personaggi nel sw lo condivido in parte: solo che, secondo me, non assistiamo a un rovesciamento completo della loro vita.
    Del resto, lo specchio non ti dà un immagine opposta di te stesso, è solo leggermente diversa, ma sei sempre tu.
    E' come se gli avessero concesso tre desideri, e avessero scelto le cose più importanti, tralasciando il resto.
    Ma sappiamo che non c'era nessun genio della lampada, perciò si tratta di una decisione personale, non influenzata da altri.
    Ognuno di loro "investe" sui lati della propria esistenza che considera fondamentali; ad esempio, per Hugo sono la popolarità e la fortuna, perché ricco lo era già diventato, ma riteneva di avere e di portare jella.
    Per Jack sono l'autostima e la paternità; per Kate è il giudizio degli altri, e dato che tutti l'hanno sempre condannata ora vuole essere, finalmente, innocente e accusata senza motivo.
    Sawyer non rinuncia alla sua fama di seduttore, magari un po' maldestro, e ci prova sempre anche lassù; cambia però la sua posizione sociale, si prende ciò che ha sempre pensato di meritare.
    Desmond voleva, più di qualsiasi altra cosa, essere un uomo d'affari stimato dal padre di Penny. O almeno, così credeva.
    Lo stesso vale più o meno per tutti.
    Per ognuno di loro l'amore sembra essere secondario (eccetto per i Kwon).
    Qual è sempre stato il problema più grande nella vita dei coreani? L'autoritarismo di Mr Paik, sia per sua figlia sia per il genero. Così nel sw i due si ritagliano un'esistenza personale in cui si ribellano allo strapotere del vecchio. Addirittura sognano di fuggire insieme, quello che nella vita reale voleva fare Sun per conto suo.
    Insomma, secondo me ci sono tanti buoni motivi per vedere il sideways come un mondo scaturito dall'inconscio dei Losties, non certo frutto di un loro ragionamento e neppure creato da un intervento esterno.
    “Potrei essere rinchiuso dentro un guscio di noce e tuttavia sentirmi re dell’infinito spazio”.
    (Shakespeare, l'Amleto)

  4. #924

    Default

    Credo che abbiamo fatto un pò di confusione e forse è causa di mie impressioni mal espresse, e in tal caso chiedo scusa

    Quando parliamo di flashsideways, intendiamo una coscienza collettiva che avrebbe quindi creato principalmente un loro mondo senza l'isola e con qualche ritocco alle loro vite, come in un sogno. Nei sogni spesso viviamo situazioni strane ed ambigue ma è il sentimento che si prova a far la differenza.
    I losties sono lì per vedere come andrebbero le cose senza l'isola e atterrando a Los Angeles, per ritrovarsi e farsene una ragione.
    La lista che avete discusso mi sembra eccessiva. NamasKey, potevi accennarne solo uno e avremmo capito comunque

    Ad esempio con Desmond, vediamo come detto tutto l'opposto rispetto alla realtà meno l'amore. E nella Or, l'aveva sottovalutato per poi rincorrerlo. Ma le cose comunque finirono bene, accanto a Penny e al figlio. In pratica è il sentimento che cambia, felicità o tristezza. Le strane contraddizioni stanno proprio nel fatto che questa è una realtà figlia di una coscienza collettiva dove bisogna inserire tutti in un copione.
    Quote Originally Posted by ilana View Post
    @daniel
    appena ho un po più di tempo ti rispondo sulla questione antimateria (che è lo specchio della materia)
    ok, aspetto con impazienza
    Per adesso credo che l'antimateria sia l'opposto della materia. In questa realtà non abbiamo l'opposto bensì un'alternativa utile per ritrovarsi. Vedremo...

  5. #925
    Join Date
    May 2010
    Posts
    223

    Default

    rientro ora (ebbene si) da una riunione di lavoro e sono cotta.
    Ma ribadisco: scusate, ma cosa intendete dicendo che lo specchio restitusce un'immagine leggermente diversa?
    Questa non è una questione su cui avere opinioni.
    Per rendervene fisicamente conto, prendete una frase qualsiasi scritta su qualsiasi foglio di carta e mettetela di fronte a una specchio: non sarà somigliante, sarà rovesciata da sinistra a destra. Al punto da essere illegibile. Ma assolutamente se stessa.
    la medesima cosa accade con una faccia
    con un espressione
    con il mobilio di una stanza etc.
    Non capovolta sottosopra, né leggermente diversa, ma invertita tra destra e sinistra. (una sottile inversione trasversale, non un plateale capovolgimento!)
    Da questa circostanza fisica derivano le sottilissime disgressioni di tanta letteratura sull'argomento.

  6. #926
    Join Date
    Jan 2010
    Location
    Under the big foot, from the North to the South
    Posts
    1,737

    Default

    @Ilana
    Lo specchio ti restituisce un'immagine del tuo viso leggermente diversa da quella che vedono gli altri, proprio per quella sottile inversione da destra a sinistra che causa le digressioni di tanta letteratura, ecc. ecc.
    Ma in sostanza, leggermente più bello o più brutto, è sempre il tuo viso.
    Le vite dei Losties nel sw invece non sono per niente le stesse...ci sono moltissimi punti in comune, ma anche troppe diversità macroscopiche. Più che vite specchiate mi sembrano vite ricostruite.
    Questo volevo dire.

    @Daniel
    scusa, in effetti mi sono dilungata troppo, non intendevo fare la pedante,
    ma bastava non darmi retta .
    Del resto, si comincia a riflettere su una frase e si finisce in un volo pindarico...questo è Lost!
    “Potrei essere rinchiuso dentro un guscio di noce e tuttavia sentirmi re dell’infinito spazio”.
    (Shakespeare, l'Amleto)

  7. #927
    Join Date
    May 2010
    Posts
    223

    Default

    @namaskey
    non sono assolutamente d'accordo, ma più che portare a mio sostegno l'evidenza dei fatti (le inversioni sottolineate nel post precedente) non posso fare.
    Per me il paradigma dello specchio è fondamentale.

    Si può restare amici anche senza essere d'accordo, suppongo.

  8. #928

    Default

    Io non ho capito bene la discussione
    Che uno specchio trasmetta il perfetto riflesso girato verso un lato è ovvio. Anzi, credo sia banale che abbia appena scritto ciò
    Forse NamasKey intendeva dire che quello che noi vediamo davanti allo specchio potrebbe essere visto in modo particolare. Leggevo recentemente, di uno studio su questo particolare che spiegava come ogni giorno in base ad effetti quali stanchezza, stress ecc. ci vediamo in modo rispettivamente diversi. Spero di aver capito entrambe Tornando a Lost quindi, aspetto ancora la spiegazione di Ilana
    Quote Originally Posted by NamasKey View Post
    @Daniel
    scusa, in effetti mi sono dilungata troppo, non intendevo fare la pedante,
    ma bastava non darmi retta .
    Del resto, si comincia a riflettere su una frase e si finisce in un volo pindarico...questo è Lost!
    Vero, dobbiamo imparare a mantenere basso il ritmo. Anche perché tra ricordi vaghi della serie e pareri diversi è sempre difficile discutere, soprattutto quando abbiamo un prodotto così vasto e complicato.

  9. #929
    Join Date
    Jan 2010
    Location
    Under the big foot, from the North to the South
    Posts
    1,737

    Default

    Quote Originally Posted by ilana View Post
    @namaskey
    non sono assolutamente d'accordo, ma più che portare a mio sostegno l'evidenza dei fatti (le inversioni sottolineate nel post precedente) non posso fare.
    Per me il paradigma dello specchio è fondamentale.

    Si può restare amici anche senza essere d'accordo, suppongo.
    Ma è chiaro, garantito! E poi, quando mai io e te l'abbiamo pensata esattamente allo stesso modo?... A parte che sarebbe noiosissimo, la discussione languirebbe come in certi forum dove le persone non fanno altro che scrivere "giusto! proprio così! hai ragione! sei grande!" e si chiude lì il discorso per mancanza di argomenti. Noi invece siamo qui per parlare, no?
    Un forum non è un blog; credo che il dibattito sia quasi d'obbligo. Senza offendere nessuno e senza dare fastidio con apprezzamenti sarcastici, tutte le opinioni hanno il loro spazio. A volte durano poche ore, tanto è facile ricredersi...parlo per me, ovviamente.

    Comunque guarda che credo di avere capito bene cosa intendi, tu vedi nell'afterlife una simmetria della vita reale dei Losties, e su quello imposti un certo tuo ragionamento sul tema materia/antimateria, spazio reale/tempo immaginario o qualcosa del genere...sbaglio? Molto interessante come idea.

    Io in sostanza ho solo osservato che per me c'è un bel cambiamento consistente nelle loro vite, qualcosa di più profondo di una simmetria speculare, ma forse sbaglio. O magari abbiamo ragione tutt' e due.

    Dopotutto anch'io trovo fondamentale la metafora dello specchio.
    E siccome in Lost c'è una continua allusione ad Alice, anzi un episodio è stato addirittura intitolato Through the looking glass, (ma l'hanno fatto anche Star Trek, Angel e Farscape, Star Trek sicuramente detiene il primato) qualcosa vorrà pure dire. Non credo però che sia la solita allusione alla realtà parallela speculare, dove c'è l'alter-ego di se stessi, perchè sarebbe un'idea trita e ritrita, così oltre a copiare il titolo avrebbero ripreso anche l'idea...questo non mi pare da Lost.

    Secondo me lo specchio in Lost rappresenta la coscienza di sè, e mi baso sul fatto oggettivo che l'immagine riflessa corrisponde a come ognuno vede se stesso, però mai esattamente identico a come lo vedono gli altri.
    I pittori professionisti (qualche volta lo faccio anch'io) hanno l'abitudine di osservare i loro dipinti nello specchio per notare le asimmetrie che a uno sguardo frontale sfuggono sempre. E' curioso come un bel volto o un bel paesaggio possono sembrarci deformi se specchiati.

    Penso che lo specchio sia anche il simbolo della rivelazione, perché è lo strumento che mostra senza inganno, senza ipocrisie chi si è veramente, a patto che lo si voglia. Insomma, gli altri mi vedono in un certo modo, ma io, come mi vedo? Chi sono per me stesso? Lo sguardo meravigliato di Kate, di Sun e di Sawyer quando si vedono riflessi indica proprio lo stupore di una scoperta. Infatti i Losties offrono agli altri un'immagine falsata di se stessi: lo fanno sull'isola e ancora di più nell'afterlife, interpretando un ruolo immaginario.
    Ma loro sono diversi; devono capire e decidere chi sono veramente.
    Ne ho già parlato nel solito thread dedicato; eh, perché qui in Lostpedia non ci si fa mancare proprio nulla! Poteva mancare un thread sugli specchi?

    Inoltre, se vogliamo riferirci ad Alice, e mi sembra proprio il caso, lo specchio nel SW è una metafora della realtà e dell'apparenza, della relatività di tutte le misure, tempo compreso (come l'orologio che segna sempre due giorni indietro). Quindi, l'invito a dare uno sguardo a cosa c'è oltre la facciata, sarebbe anche una bella metafora della vera natura del SW, che non è come appare. E noi invece ci siamo cascati.
    “Potrei essere rinchiuso dentro un guscio di noce e tuttavia sentirmi re dell’infinito spazio”.
    (Shakespeare, l'Amleto)

  10. #930
    Join Date
    May 2010
    Posts
    223

    Default

    C.S. - ...Questo è un luogo che voi avete creato insieme...
    Voi!
    non l'isola
    non la bomba
    non dio
    non mib
    non il diavolo
    non la scienza
    non la fede
    Ma Voi!

    ...Noi.

    goodnight ladies goodnight (Shakespeare and Eliot)

+ Reply to Thread

Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
Bitcoin Donations: 14XbHWbqCVnZ1fUVeFaEXPn1Jezu5ngH5w